Strumenti personali
Tu sei qui: Home / Archivio Mostre / Anno 2015 / Oltre il tempo

Oltre il tempo

I DIPINTI DE “LA MACIA DE COLOR” IN MOSTRA ALLA SALA DEL PODESTA’ DI SORESINA INAUGURAZIONE SABATO 21 FEBBRAIO ALLE ORE 17.30



Da sabato 21 febbraio (inaugurazione ore 17.30) all’8 marzo, presso le Sale del Podestà di Soresina, cittadina alle porte di Cremona, si tiene la rassegna “Oltre il tempo”, che vede esposti i lavori eseguiti dai membri dell’Associazione Culturale “La Macia de Color” di Verona. L’esposizione è aperta venerdì e sabato dalle ore 17,30 alle 19.00, domenica dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 19,00, sotto la supervisione di Roberto Dellanoce, responsabile degli spazi di Via Matteotti. «Dagli esordi post impressionisti agli albori dell’astratto, passando per l’intensificazione di una pittura dai concetti di spazio e tempo solo con l’uso del colore, spiegano i sodali, l’arte ha tracciato un percorso universale nella mappa della nostra storia, dove anche il figurativo, trova spazio, superando il tempo, nei ricordi. L’era in cui viviamo, ci porta a una pittura completamente innovativa, in cui l’uomo, soggetto sensibile, si rinnova immergendosi nella natura e nella materia. Oggi, dove sono richieste velocità di pensiero e novità in tempi brevi, il continuo cambiamento è inevitabile; un patto chiaro tra colore, spazio e tempo. Si parla di arte nuova, che diventa motivo di continua ricerca, una piacevole e sottile superficie su cui proiettare sogni e desideri in una totale libertà d’espressione, oltre il tempo è una grande sfida, verso l’ignoto che può diventare». Scrive Simone Fappanni a proposito dei protagonisti di questa esposizione: «Daniela Bertelli è autrice sensibile all’acqua, lo dimostrano le tante vedute in cui questo elemento ricorre, accanto ad altri, per rivelare a fondo il suo studio sulla natura, vegetale e umana, presente anche nei pezzi a smalto su sughero. Monica Bertoldo esegue raffinati quadri di concertata aggettivazione tonale in cui la natura ha un ruolo centrale, quasi paradigmatico, nella creazione di leggiadre atmosfere. Per Claudia Bombarda la natura con i suoi elementi è «maestra di vita e musa ispiratrice». Lo si osserva nei suoi pezzi, eseguiti su vari supporti, che sottendono una ricerca coinvolgente e sempre in fieri. Si ammanta di sottile poesia la scultura di Mariateresa Castioni, artista che sa dare vita a opere tridimensionali di forte impatto emotivo ed emozionale. Salvatore Cona è autore di sculture talvolta filiformi, che trasmettono un messaggio simbolico, chiarissimo, che guarda all’universalità. Cinzia Contin è protagonista di un iter compositivo di caratura astratta in cui l’accordo pigmentale genera un accattivante effetto dinamico e ottico in cui è facile e gradevole perdersi. Mara Isolani palesa uno stile personalissimo, un realismo moderno e contemporaneo che spicca non solo per il ricercato studio attuato sul colore ma anche per i soggetti, fra cui auto e motocicli d’epoca e turisti in giro per le città. Valente ritrattista, Veronica Mengali riesce a penetrare profondamente nel soggetto raffigurato secondo precise scelte tonali e un segno estremamente fluido e deciso. Enrico Mezzani è un abile maestro del legno, dell’incisione e dell’intaglio ed è capace di dare vita opere di chiari impronta modernissima. Rimangono a lungo nella memoria i lavori di Daniele Pedrolli, ove l’elemento simbolico si fonde perfettamente con elementi metaforici che paiono vivere in sculture di forte impatto. Nella produzione di Laura Veronese si osservano intimi scorci, figure, e diversi altri soggetti fermati in oli di chiara sintesi evocativa e di vivace piglio espressivo. Federica Zanetti, oltre a interessanti paesaggi, propone eleganti composizioni in cui riverbera un colore denso e pastoso oltre a una vivida concertazione cromatica; si veda, ad esempio, il quadro “La festa”».


:: GALLERIA FOTOGRAFICA ::

Azioni sul documento