Strumenti personali
Tu sei qui: Home / Archivio Mostre / Anno 2011 / Pino Bonfadini

Pino Bonfadini

Pescatore di notte  Acrilico su tela 80 x 70 - 1986.jpg

PINO BONFADINI
"ANTOLOGIA. Opere dal 1960"

Curatore: Riccardo Bonfadini
Produzione: Archivio Pino Bonfadini
Presentazione Critica: Roberto Bettinelli
Edizioni: PressPoint – Abbiategrasso
Realizzazione Grafica: Fulvio Chiodini

Dal 7 al 29 maggio 2011
Inaugurazione Sabato 7 maggio 2011 ore 17.30

Orari:
Festivi: 10.00-12.00 15.00-19.00
Feriali: 17.30-19.00

Sala Mostre del Podestà
Via Matteotti – Soresina (Cr)

Info: 340 5419476

COMUNICATO STAMPA

Dal 7 al 29 maggio 2011 le Sale del Podestà di Soresina sono la sede della mostra di
Pino Bonfadini dal titolo “Antologia, opere dal 1960”
La presentazione delle opere, l’allestimento e la mostra sono curate da Riccardo Bonfadini, in collaborazione con Roberto Dellanoce. Durante l'inaugurazione si terrà un recital di poesie che fanno riferimento alla produzione di Bonfadini i. La lettura è affidata all'attrice Anna Maria Weitzer

L’Associazione Culturale”Archivio Pino Bonfadini” è lieta di presentare “Antologia – Opere dal 1960”, una mostra/evento che celebra i cinquant’anni di carriera del pittore lombardo.
Un viaggio attraverso alcune delle opere più rappresentative, testimonianze di un proficuo quanto geniale percorso artistico ed umano. In questa occasione verrà presentato il Catalogo Antologico “Pino Bonfadini – Antologia” a cura di Riccardo Bonfadini. Questa pubblicazione raccoglie circa 160 fotografie tra opere, immagini inedite della vita del maestro oltre ai testi biografici e critici. Pino Bonfadini, pittore scultore di formazione autodidatta è nato a Milano nel 1931; la sua identità pittorica si realizza attraverso vari periodi: dal figurativo classico legato alla tradizione paesaggistica passando per una personale tecnica che prevede l’utilizzo di olii e mordenti fino all’ultimo e sorprendente ciclo di opere denominate “Universalismo”.
L’artista soresinese è stato protagonista di circa trenta mostre personali nelle più importanti città italiane e di un centinaio di rassegne e premi tra i quali le Biennali di Napoli, Firenze ed il Premio Capitolino Città di Roma. Per meriti artistici gli è stata conferita la Laurea del Centro Europeo di Ricerche. E’ tra i pochi artisti al mondo di religione cristiana ad aver collocata una propria opera in una Sinagoga a Gerusalemme (Israele).
Le sue opere si trovano collocate in importanti collezioni private e pubbliche.
“Questi eventi, ci spiega il figlio e curatore della mostra Riccardo Bonfadini, giungono sicuramente e senza ombra di dubbio con vent’anni di ritardo rispetto alla fase di maggior attività pittorica di mio padre; abbiamo voluto celebrare i cinquant’anni di carriera con una mostra e soprattutto con una pubblicazione antologica che ha richiesto sforzi organizzativi ed economici notevoli, senza purtroppo il contributo di alcuna istituzione del territorio, come lo è stato per eventi similari al nostro. Ma l’intenzione e il desiderio di concretizzare a volte oltrepassano gli ostacoli del presente come segno tangibile e chiaro della volontà di rendere quel minimo di rispetto nei confronti di un artista e della cultura che egli ha saputo produrre e generare, quella cultura che ha senso di esistere solo nel momento in cui decide di raccontare e conservare le proprie origini e di esaltare le proprie evocazioni.
Il critico Franco Molfese citava: “conoscere Pino Bonfadini non è stato soltanto un piacere, ma anche un onore, perché incontrarsi con un uomo che vive e soffre l’arte con la passione del poeta riempie l’anima di gioia, apre il cuore alla speranza e ridà fiducia a chi credeva di aver smarrito l’eternità dei valori che rendono la vita stessa degna di essere vissuta.
…C’è qualcosa che affascina nell’arte di questo pittore, anzi di questo poeta del colore, di questo sovrano plasmatore della materia più dura che riesce ad estrarre da ciò che è inerte autentici bagliori di vita.
…C’è tutto un mondo meraviglioso imprigionato nella pittura di Pino Bonfadini, perché egli ha la incredibile capacità di penetrazione psicologica in virtù della quale fissa sulla tela momenti particolari della vita dell’anima, paesaggi di una struggente bellezza dove non sai se la malinconia sia sposa della letizia proprio perché l’umana esistenza è una sintesi misteriosa di elementi in conflitto tra loro.
Ma noi crediamo che il poeta autentico sia quello che in ogni cosa sa trovare il suo sorriso e la sua lacrima, il momento terribile del dolore e l’attimo esaltante della letizia che assapora la luminosità del cielo.
Giunto alla sua piena maturità artistica e creativa, Pino Bonfadini ha saputo conservare la tenera innocenza dei fanciulli, la spontaneità disarmante dei puri di cuore…
C’è in lui, e tutta la sua opera è lì a testimoniarlo, un senso totale di religiosità, un soffio quasi divino che gli da per così dire la certezza che non siamo soli nel breve pellegrinaggio della vita. “Qualcuno ci guarda” ha intitolato un suo dipinto e chi contempla quel crocefisso sospeso tra cielo e terra nel concerto di inquietanti chiaroscuri, sente profondamente che Pino Bonfadini ha dentro di sé del divino, forse quella scintilla trascendente che accende, illumina e fa risplendere tutta la sua creazione poetica.
Può sembrare una banalità, ma siamo orgogliosi e lusingati di aver conosciuto un uomo eccezionale, un uomo che ha fatto dell’arte non solo un ideale di vita, ma la sua vita stessa e crediamo che nessuno più di lui meriti la più attenta considerazione, i più alti riconoscimenti per quella sublime grandezza che lo spinge riverente nel grande tempio della pittura dove sogno e realtà sembrano confondersi per dar vita all’incredibile e meraviglioso mistero della creazione artistica”.

L’Archivio Pino Bonfadini è nato nel dicembre 2008 per volontà della famiglia Bonfadini; è formato da un Consiglio Direttivo e da un’Assemblea di Soci.
L’Archivio Pino Bonfadini nasce con l’intenzione di promuovere e diffondere la conoscenza dell’opera dell’artista attraverso la realizzazione e l’organizzazione di eventi, mostre, cataloghi, brochure e siti internet. Inoltre di acquisire, conservare, archiviare e catalogare la documentazione relativa all’opera ed alla vita di Pino Bonfadini. Controlla l’autenticità delle Opere attraverso attività di perizia; collabora con enti pubblici e privati per la realizzazione di eventi, mostre, pubblicazioni, ed altro relativi alle opere di Pino Bonfadini. Incoraggia iniziative culturali tese a valorizzare l’arte moderna e contemporanea; tutela mediante la denuncia di fatti illeciti di cui una o più opere dovessero essere oggetto, ogni collezionista e/o delegato che ne faccia richiesta.

acrobat.png "An Anthology, works from 1960" (english version)

::GALLERIA FOTOGRAFICA::

 

Azioni sul documento