Strumenti personali
Tu sei qui: Home / Archivio Mostre / Anno 2010 / Franco Bono

Franco Bono

La poesia del reale

locandina podesta_bono 10_05.jpg

 LA POESIA DEL REALE

Mostra personale dell’Artista
FRANCO BONO
11 – 26 settembre 2010
Sale del Podestà - v. Matteotti 4, Soresina (Cremona)


COMUNICATO STAMPA

Dopo la consueta pausa estiva, riprende l’attività culturale delle Sale espositive del Podestà con la mostra antologica del soresinese Franco Bono. Membro dello storico “Gruppo 5” e autore del mosaico “Sol Regina” davanti al municipio, è un artista veramente eclettico che vanta un’amplissima produzione. In questa rassegna, che vanta il Patrocinio dell’Amministrazione locale, s’intende ripercorrere il percorso compositivo sin qui intrapreso attraverso opere alquanto significative, attingendo anche da collezioni private, ma anche dalla recente produzione dell’artista. La mostra si apre sabato 11 settembre alle ore 17.30. La presentazione delle opere e la mostra sono curate dallo studioso d’arte Simone Fappanni, mentre l’allestimento è condotto sotto la supervisione di Roberto Dellanoce. Durante l’inaugurazione si terrà un recital di poesie che fanno riferimento alla produzione di Bono. La lettura è affidata agli all’attrice Annamaria Weitzer.

NOTA BIOGRAFICA
Nato a Soresina, dove vive e lavora, Franco Bono dipinge da sempre. Ha allestito numerose mostre personali e ha partecipato a parecchie collettive. Nel 1963 è cofondatore, con Luigi Antonini, Pino Bonfadini, Andrea Inzani e Carlo Ferrario, del “Gruppo 5”: celebre sodalizio culturale che, in quel periodo, ha scritto un’importante pagina artistica nella nostra provincia. Gli sono stati conferiti importanti premi e riconoscimenti ed ha, inoltre, organizzato concorsi artistici. Sue opere si trovano in gallerie e collezioni private in Italia e all’estero, specie in Germania e Inghilterra. Accademico Benemerito dell’Accademia Universale “Guglielmo Marconi” e Accademico dell’Accademia Tiberina, è autore, fra l’altro, del mosaico raffigurante la “Sol Regina” collocato nel piazza antistante il municipio della cittadina in cui risiede. Nel 2008 una sua stampa è stata donata a tutti i soci della Proloco di Soresina (s.f.)


NOTA CRITICA
Scrive Simone Fappanni nella presentazione: «l’arte di Franco Bono nasce da un inesauribile desiderio di dare forma a immagini poetiche che rappresentano il reale in forma lirica. Già dalle prime prove, questo eclettico pittore dimostra, infatti, una prossimità affettiva verso i soggetti che traspone pazientemente sulla tela e su altri supporti. Una vicinanza che si traduce in colore e materia, stesa a volte persino direttamente dal tubetto nel tentativo di rendere una solida fisicità dell’insieme che risulta, in definitiva, la più chiara manifestazione di questo autore di riprodurre ciò che vede con l’anima e con il cuore. E se è vero che Bono è un autore attento al dinamismo cromatico delle forme, risulta assolutamente corretto evidenziarne le capacità impaginative, laddove il quadro risulta improntato su una attenzione al dettaglio figurale che discende da una sensibilità rarissima, davvero insolita da reperire. All’inizio del suo iter compositivo si collocano disegni ricchi di particolari, opere che, in quanto tali, palesano, in nuce, un discorso sulla plasticità oggettuale che si rivela, poco a poco, nella costituzione di un percorso stilistico complesso e nel contempo estremamente affascinante. Da quelle prime prove si passa, gradualmente, a quadri eseguiti a spatola e a pennello, con una concatenazione fra le due tecniche che conduce Franco a sperimentare effetti cromatici inattesi. Con ciò si spiega, evidentemente, l’attenzione che riserva ai particolari luministici dei suoi paesaggi e, più in generale, degli altri soggetti che ama particolarmente affrontare, vale a dire figure, pierrot, nature morte e fiori…».

La mostra rimane aperta fino al 26 settembre secondo i seguenti orari: feriali, dalle ore 17.30 alle 19, domenica dalle ore 10 alle 12 e dalle 15-19, ingresso libero.
 

 

Azioni sul documento