Strumenti personali
Tu sei qui: Home / Archivio Mostre / Anno 2009 / Francesco Bissolotti

Francesco Bissolotti


Una vita per la liuteria


bisso2.JPG


Dal 6 al 28 giugno le Sale del Podestà di Soresina sono la sede della mostra del Maestro liutaio “Francesco Bissolotti, una vita per la liuteria”
La mostra, che si avvale del Patrocinio dell’Amministrazione comunale, si apre sabato 6 giugno alle ore 17,00 La presentazione del Maestro è curata dal critico musicale de La Provincia Roberto Codazzi, mentre l’allestimento è condotto sotto la supervisione di Roberto Dellanoce.
La mostra sarà aperta con orari serali e con eventi collaterali per consentire al vasto pubblico la visita.
Durante l’inaugurazione, suonerà Su Qi diplomata in violino a Pechino. Alle ore 21 nel cortile delle sale espositive verrà eseguito il concerto con le sorelle Rena e Ami Yokoyama allieve di Laura Gorna moglie del Maestro Salvatore Accardo.
Le Compagnie Teatrali soresinesi leggeranno alcune poesie che si riferiscono idealmente alla musica.

Francesco Bissolotti nasce a Soresina ,in provincia di Cremona il 2 di Aprile 1929. Sin da bambino si sente attratto dal legno e dalle sue trasformazioni. Dopo aver frequentato ,durante l'infanzia,la bottega di uno zio ebanista,da adolescente durante gli anni '40, si reca a Castelleone presso un intagliatore,imparando così le tecniche della scultura lignea e dell' intaglio. Con un maestro ebanista di Cantù apprende le tecniche dell'ebanisteria e dell'intarsio di cui diviene,ancor giovanissimo,un ottimo interprete. La passione per la musica e sopratutto lo studio del violino,lo avvicinano sempre più all'arte della liuteria. Nel 1957 si iscrive alla Scuola di liuteria di Cremona dove si diploma nel 1961,con una altissima votazione. E' stato allievo di alcuni dei più grandi e celebrati liutaio del '900 come Sgarabotto,Ornati.Garimberti e Sacconi con il quale ha intrattenuto un fittissimo rapporto per più di 10 anni. Con Sacconi ha riordinato i cimeli stradivariani del Museo di Organologia di Cremona ,ora Museo Stradivariano.Nel 1965,gli viene conferito,dal sindaco di Cremona Vernaschi,l'incarico di conservatore di suddetto Museo,incarico ricoperto fino al 1979. Dal 1961 al 1982 è stato insegnante presso la Scuola Internazionale di liuteria, scuola ove ha formato moltissimi allievi, per lo più stranieri. Nel 1973 ha fondato l'A.C.L.A.P., Associazione Liutai Artigiani Professionisti, associazione che per statuto aveva il compito e l'obbligo di divulgare il processo di costruzione del violino secondo il metodo classico cremonese. Questa metodologia costruttiva, patrimonio degli antichi liutai di Cremona, era andata dispersa, ma il Maestro Sacconi l'aveva recuperata e con l'aiuto del suo discepolo Bissolotti l'ha riportata in primo piano sulla scena liutaria. Bissolotti ha costruito e costruisce tutte le tipologie di strumenti a corda , sia ad arco che a pizzico. Da sempre lavora in collaborazione con i suoi quattro figli e qualche fidato allievo. Molti solisti e ottimi musicisti suonano su suoi strumenti. Uomo dalla mente vulcanica è sempre stato attratto dalle sperimentazioni e dalla ricerca, tutto questo però è sempre inserito nel solco della grande e consolidata tradizione liutaria di Cremona. Il suo laboratorio ,ove lavora in compagnia dei figli è ubicato a Cremona in Piazza S.Paolo 5.

 



:: GALLERIA FOTOGRAFICA: L'ARTE DI BISSOLOTTI ::


:: GALLERIA FOTOGRAFICA ::

 

 

Azioni sul documento