Strumenti personali
Tu sei qui: Home / Archivio Mostre / Anno 2009 / Enzo Viviani

La sottile trama del destino

LE SALE DEL PODESTA’ OSPITANO LE OPERE DI ENZO VIVIANI

 1 nel paese dei sogni-640x480.jpg

12 – 27 settembre 2009

 

Dal 12 al 27 settembre le Sale del Podestà di Soresina sono la sede della mostra personale del maestro Enzo Viviani dal titolo “La sottile trama del destino”. La rassegna, che si avvale del Patrocinio dell’Amministrazione locale, si apre sabato 12 settembre alle ore 17.30. La presentazione delle opere dell’artista e la mostra sono curate da Simone Fappanni, mentre l’allestimento è condotto sotto la supervisione di Roberto Dellanoce, coordinatore delle Sale del Podestà. Durante l’inaugurazione, accompagnata dalla presentazione delle opere esposte e di un elegante catalogo, l’attrice Anna Maria Weitzer leggerà delle poesie che si riferiscono idealmente alla produzione di Viviani.

CENNI BIOGRAFICI
Nato a Gonzaga, in provincia di Mantova, Enzo Viviani vive e lavora a Verona. Diplomato al liceo artistico, ha studiato architettura a Venezia.
Dal 1970 ha allestito numerose mostre personali e partecipato ad importanti rassegne nazionali ed internazionali riscuotendo grande consenso di critica e pubblico.
Sue opere figurano in importanti collezioni pubbliche e private nazionali ed estere.

NOTA CRITICA
Scrive Simone Fappanni nel catalogo che illustra la mostra: «le soffuse atmosfere tattili e visive di Enzo Viviani possiedono il dono della meta-narrazione: esse si configurano, infatti, come la presenza di molteplici componenti introspettive che trovano nell’insieme la propria ragione d’essere, introducendo l’osservatore in una sorta di sofisticato e affascinante “racconto onirico”. In esso pare davvero impossibile non lasciarsi piacevolmente trasportare, cercando di scoprire significati e significanti che si moltiplicano caleidoscopicamente sulla superficie del dipinto, permanendo lungamente nella memoria e nell’animo. Enzo Viviani dipinge eleganti figure che si muovono, leggerissime, in spazi senza tempo in cui è la luce che ammanta il tutto a determinarne l’esistenza, la possibilità di esprimere se stesse all’interno di intelaiature coloristiche sintagmatiche, entro le quali lo sciogliersi e il dipanarsi di ogni tinta regala emozioni che raggiungono esiti di conclamata introspezione. Si ha, dunque, la netta impressione di attraversare, con lo sguardo e con la mente, una concertata verticalità ascensionale che procede dal segno per farsi essenza in una costruzione onirica che, tuttavia, non è mai criptica, ma anzi si apre alla fruizione con una straordinaria naturalezza. Così facendo, Viviani ci conduce, quasi per mano, all’interno del suo mondo, dove un gesto diventa evocazione e un silenzio metafisico si trasforma, istantaneamente, in un appello, davvero accorato, verso il disvelamento, graduale e progressivo, di quei particolari che rendono sempre più vicina la possibilità di esperire, in noi stessi, la trama sottile che il destino riserva forse a ogni uomo».

La mostra rimane aperta secondo i seguenti orari: feriali, dalle ore 17,30 alle 19, festivi dalle ore 10 alle 12 e dalle 15-19, ingresso libero.

 



:: GALLERIA FOTOGRAFICA ::
 

:: LA SOTTILE TRAMA DEL DESTINO NELLE OPERE DI ENZO VIVIANI di Simone Fappanni ::

:: THE KEEN PLOT OF DESTINY IN ENZO VIVIANI’S WORKS by Simone Fappanni ::

 

Azioni sul documento